Balkan Offroad 2015

Foto e Testo by Paolo Baraldi

 

Al suo quinto anno, la Balkan Offroad si è ormai inserita tra le celebrità internazionali del mondo offroad delle competizioni. Abbiamo assistito ad una fantastica gara che ha soddisfatto sopra ogni aspettativa i partecipanti provenienti da tutta Europa.


Per il quinto anno della Balkan Offroad, l’organizzatore Alexander Kovatchev ha promesso, e poi mantenuto, che avrebbe offerto non solo un’eccellente gara ma anche ogni “additional” possibile. Tutto questo si è realizzato dal 19 al 26 settembre in Bulgaria. Moto, quad, side by side, auto e camion, sia nella cross country che nell’extreme, hanno trovato dei percorsi ideali che li hanno portati da Sofia al Mar Nero dopo quasi 2000 km di fuoristrada. Tutto questo è stato ben sintetizzato nel motto dell’edizione 2015 che recitava: 5 montagne da attraversare per i 5 anni della gara. Quest’anno, per la prima volta, la partenza è avvenuta dalla capitale Sofia con un incredibile show start svoltosi davanti alla centralissima cattedrale Alexander Nevsky che poi ha portato i partecipanti ad assaggiare il terreno bulgaro con le prime prove speciali che si sono svolte nei dintorni del primo bivacco di Borovets, a pochi chilometri da Sofia. Da qui, nei giorni successivi, la competizione ha attraversato verso est tutta la Bulgaria toccando il villaggio di Starosel per il secondo campo per poi arrivare a Shkorpilovtsi sul Mar Nero dove, come d’abitudine, si è svolto il round finale con l’emozionante arrivo sulla spiaggia.



Per questa quinta edizione, la Balkan Offroad ha raggiunto un altissimo livello di organizzazione che abbinato ad un road book perfetto e ad un tracciato mozzafiato ed impegnativo ha portato questa gara a pari livello di quelle più blasonate tanto da essere sopranominata dai partecipanti la Dakar europea. Dopo una fantastica settimana dove abbiamo assistito a numerosi colpi di scena, cambi di classifica, rotture, ritiri e perturbazioni metereologiche cha hanno influito sul risultato finale, ecco i nomi dei vincitori della Balkan Offroad 2015. Nelle moto l’austriaco Juen Beat è stato il più veloce. Tra i quad il ventenne francese Kevin Chenu si è classificato primo conquistando anche il record come il più giovane vincitore nel circuito Breslau. Tra i side by side, l’alloro è andato ai bulgari Tsanko “Crazy” Tsankov e Zornitsa Todorova, la quale dopo le sue ottime prestazioni con i quad ha dimostrato di essere anche un’ottima navigatrice. I tedeschi Thomas Schmidt e Frank Hartwig hanno vinto tra i camion. Ed eccoci infine ai nostri amati 4x4. Nella categoria extreme hanno dominato e vinto i teutonici Martin Haehle e Wolfgang Braun, dei veri veterani della Breslau series. In questa categoria, troviamo in seconda posizione il team francese composto da Frank Daurelle e Francoise Hollender portacolori di Euro4x4parts. L’unico italiano, Ernst Amort navigato dal tedesco Adi Ruhaltinger, negli extreme, dopo una gara con buone prestazioni intervallate da alcune noi meccaniche è arrivato sul Mar Nero in ottava posizione. Tra le auto cross country, dopo una lotta quasi tutta bulgara con l’inserimento di alcuni stranieri, il gradino più alto del podio è andato a Petar Cenkov e Ivan Marinov. Il prossimo anno tutto si ripeterà sempre a settembre e visto il trend positivo di queste ultime edizioni, siamo sicuri che la Balkan Offroad 2016 sarà ancora una volta all’altezza della sua fama e che sarà per tutti un’ambita gara a cui non si può non essere presenti.

Juen Beat vincitore categoria moto enduro
Juen Beat vincitore categoria moto enduro
Kevin Chenu, vincitore categoria quad
Kevin Chenu, vincitore categoria quad

Tsanko Tsankov e Zornita Todorova, vincitori side by side
Tsanko Tsankov e Zornita Todorova, vincitori side by side
Thomas Schmidt e Frank Hartwig, vincitori categoria truck
Thomas Schmidt e Frank Hartwig, vincitori categoria truck

Martin Haehle e Wolfgang Braun, vincitori car extreme
Martin Haehle e Wolfgang Braun, vincitori car extreme
Petar CenkovIvan Marinov, vincitori car cross country
Petar CenkovIvan Marinov, vincitori car cross country

Frank Daurelle e Francoise Hollender
Frank Daurelle e Francoise Hollender
L'italiano Ernst Amort
L'italiano Ernst Amort