Gli "EVOLUTI" dell'estremo

Foto e testo Paolo Baraldi

 

Loro sono gli Evolution 4x4: uno dei teams più performanti, spettacolari e simpatici del panorama fuoristradistico italiano. Dopo i grandi successi nel campionato Italiano XTC 4x4 e dopo aver vinto il Croatia Trophy Italian Experience, si stanno apprestando ad una nuova grande avventura: il Croatia Trophy. Prima di raccontarvi delle loro gesta in Croazia, desideriamo presentarveli.

Tra di loro si chiamano “Evoluti” ed in molti hanno iniziato ad usare questo appellativo nei loro confronti, anche se  il vero nome di questo club del senese è Evolution 4x4. L’Evolution 4x4 nasce nel 2014 in un piccolo paesino toscano forgiato da un gruppo di “pazzoidi” con una voglia sempre più forte di praticare fuoristrada tra amici ed in spensieratezza. Non c’è voluto molto tempo affinché i loro piccoli 4x4 si sono trasformati, passo dopo passo, in veri e propri mostri. A questo punto non potevano più circolare sulle strade pubbliche e lo step finale è stato quello di adeguare le loro macchine al regolamento del campionato italiano XTC 4x4. Da qui si può dire che inizia la loro storia ufficiale: un po’ per gioco ed un po’ per scommessa. Gli Evolution 4x4 corrono con fuoristrada performanti, in gran parte preparati ed assistiti da Claudio “Il Mea” Mearini, ma questo non ci interessa molto. Gli Evolution 4x4 ad ogni gara fanno incetta di podi e di ottime prestazioni, ma anche questo non ci interessa molto. L’aspetto che vogliamo sottolineare in questo nostro articolo è di tutt’altra natura e forse molto più importante: l’Evolution 4x4 più che un club sembra quasi una grossa calamita che attira amici e simpatizzanti da ogni dove; “siamo così tutti uniti” ci raccontano “che forse è proprio questa la nostra grande forza. Quando un equipaggio ha un problema, non importa quale esso sia (semiassi, differenziali, cambi, addirittura motori sostituiti in tempi record sui campi di gara), siamo tutti uniti nell’aiutarlo. La testardaggine è forse un’altra delle nostre qualità: non ci fermiamo davanti a niente e come si deve fare con la vita non ci arrendiamo mai”. Con gli Evolution 4x4 il paddock delle gare di XTC è cambiato per sempre. La loro simpatia, gioia e voglia di “far baldoria” è contagiosa e si trasmette a tutti come un’epidemia. Sono riusciti a fare gruppo non solo al loro interno ma anche con tutti i teams che animano questa importante realtà del fuoristrada estremo italiano. Gli Evolution 4x4 sono quel valore aggiunto che ogni organizzatore vorrebbe avere tra i suoi partecipanti e sono da esempio a tutti quanti riguardo a come si dovrebbe vivere in un club. Rubando il termine al rugby, gli Evolution 4x4 sono il “terzo tempo” del fuoristrada estremo.


Gli equipaggi dell’ Evolution 4x4 che partecipano al campionato XTC 4x4 sono:

 

I” Cinesi” ovvero i fratelli Riccardo e Michele Arrigucci vincitori della categoria Preparati nel 2015 e nel 2016.

 

Il “Presidente” o “Nonno”  Massimo Rubechini con il suo navigatore, sempre stanco, Andrea Franceschini  arrivati terzi nella categoria preparati nel 2015 e quarti nel 2016.

 

L’eterno secondo Filippo Morandini e il suo naviga Samuele Morganti  secondi nella categoria preparati nel 2015 e nel 2016. Morandini e Morganti hanno vinto inoltre il Croatia Trophy Italian Experience nella categoria Trophy.

 

Gianni Tommasi e Simone Barducci

 

L’equipaggio Borzi Massimiliano e Scali Stefano campioni 2016 tra i Superserie.

 

L’equipaggio Gori Gianni e Bruschi Francesco.

 

Nella categoria Speciali troviamo i fratelli Cognini  con Simone “Bumba”, navigato da Andrea Aguzzi, e Massimo “Paukka” affiancato da Leonardo Latini rispettivamente secondi e terzi. Simone e Andrea hanno vinto il Croatia Trophy Italian Experience nella categoria Adventure.

 

 

Ed infine Pacciani Luca e Volpi Gianluca.

Ma gli Evoluti non sono finiti qui; durante l’anno ci sono apparizioni sparse da parte dei soci del club che si confrontano in alcune delle gare del campionato XTC, ed un sempre più numeroso gruppo di amici, fidanzate e fans guidati da Marco “Uber” Ubertini che seguono i loro beniamini sui campi di gara per non lasciarli mai soli.