Tutto sul Balkan Offroad Rallye 2018

Con tre marathon stages, il più lungo di 580 km, e con quattro campi, l’edizione 2018 del Balkan Offroad Rallye è stata la più lunga di sempre con ben 2700 km totali e 1730 km di prove speciali. La vittoria nella Balkan Extreme è andata agli inglesi Marsden-Ayre con i francesi Franck Daurelle e Francoise Hollender in seconda posizione. La Balkan Cross Country è stata vinta dai bulgari Konstantin Cholakov e Ivaylo Zhekoch.

Foto e testo Paolo Baraldi

In Bulgaria, dal 15 al 22 settembre, si è svolta uno delle più belle ed epiche manifestazioni di fuoristrada di tutta Europa. Il Balkan Offroad Rallye non è solo una gara, è un grande evento, unico nel suo genere, con al suo interno due importanti competizioni: la Balkan Extreme e la Balkan Cross Country e ed una "experience" altrettanto accattivante come la Balkan Discovery dedicata a coloro che senza lo stress della corsa desiderano scoprire le bellezze di questo paese balcanico. Infine, in contemporanea, per gli appassionati di safari ed auto storiche si è disputata la Balkan Classic.

 

Il road book della Balkan Offroad, racconta la lunga storia della Bulgaria attraverso un magnifico paesaggio in continua evoluzione che da Borovets, centro sciistico vicino alla capitale Sofia, ha portato gli equipaggi in gara sulle coste del Mar Nero dove, sulla spiaggia di Shkoprilovtsi, è andato in scena il gran finale. Con tre marathon stages, il più lungo di 580 km, e con quattro campi (Borovets, Starosel, Duni e Shkoprilovtsi), l’edizione 2018 è stata la più lunga di sempre con ben 2700 km totali e 1730 km di prove speciali.


Per la Balkan Extreme è stata una gara senza compromessi con i percorsi principalmente immersi nelle montagne tra fiumi, rocce e foreste secolari. Questa classe, che continua la storia della leggendaria Breslau, ha trovato qui il pane per i suoi denti. Durante gli 8 giorni di gara, abbiamo assistito ad una entusiasmante battaglia a due tra gli inglesi Marsden–Ayre ed i francesi Daurelle–Hollender con entrambi che si sono aggiudicati diverse vittorie di tappa. Moiene–Vailleau (Francia) hanno assistito da vicino alla lotta di testa ed a volte hanno fatto da terzi incomodi. Questi tre equipaggi sembra abbiano fatto una gara all’interno della gara distaccando notevolmente tutti gli altri concorrenti. Per tutti non è stato comunque facile arrivare al traguardo sul Mar Nero. Il percorso estremo e la navigazione impegnativa hanno reso la vita difficile a tutti. Jim Marsden, dopo la vittora di luglio della Poland Breslau, si aggiudica, navigato questa volta da James Ayre, la Balkan Offroad 2018 con 1 ora, 36 minuti e 59 secondi di vantaggio sui secondi. Appena dopo aver passato il traguardo sulla spiaggia, Jim commenta così questa sua esperienza: “Wow wow wow! Ho corso in giro per tutto il mondo ma questa gara è epica! È estremo ma senza il fango, è veloce con centinaia di chilometri ed è ben organizzata come nessun altra. Sono emozionato… abbiamo vissuto la settimana più incredibile di sempre e siamo orgogliosi di aver vinto questa leggendaria gara. Se ami il fuoristrada, devi partecipare alla Balkan Offroad!” 

Jim Marsden e James Ayre vincitori della Balkan Extreme
Jim Marsden e James Ayre vincitori della Balkan Extreme

In seconda posizione troviamo i vincitori dell’edizione 2017: Franck Daurelle e Francoise Hollender. Franck e Francoise hanno lottato senza mai tirarsi indietro con Jim Marsden dimostrando tutto il loro valore e la loro bravura. Fracoise Hollender, ha così commentato: “È stato un onore combattere giorno dopo giorno contro Jim Marsden e James Ayre e concedere loro solo 1 ora e 36 minuti dopo 8 giorni di gara. Kiril Panayotov e Konstantin Kirilov hanno fatto un lavoro straordinario disegnando il roadbook attraverso questo paese meraviglioso. Alexander Kovatchev e Daniela Roussekova hanno gestito l'evento magistralmente. Cosa si può desiderare di più di quello che ci hanno dato? Complimenti al mio compagno di vita e di gara Franck Daurelle che combina perfettamente un vero talento per la guida offroad alle sue abilità meccaniche”. Francoise conclude, come Jim, invitando tutti a partecipare alla Balkan Offroad “che è sicuramente la miglior corsa Offroad di tutta Europa”.

Franck Daurelle e Francoise Hollender secondi nella Balkan Extreme
Franck Daurelle e Francoise Hollender secondi nella Balkan Extreme

In terza posizione, sempre dalla Francia e con un nuovo veicolo, troviamo Christophe Moine e Olivier Vailleau.

Christophe Moine e Olivier Vailleau terzi nell'extreme
Christophe Moine e Olivier Vailleau terzi nell'extreme

La Bulgaria, si è dimostrata altrettanto perfetta anche per la Balkan Cross Country grazie ad un terreno che ogni giorno cambiava. Montagne, pietraie, fango, sabbia, ghiaia, piste veloci ed una navigazione impegnativa sono stati gli ingredienti che per 8 giorni hanno accompagnato gli equipaggi in gara. Anche nella cross country, la battaglia è sempre stata accesa tra gli equipaggi di testa, i quali si alternavano alla guida della classifica. La vittoria finale è sempre stata incerta ed anche quando il risultato, prima dell’ultima tappa, sembrava ormai definitivo, è successo l’imprevisto con rotture che hanno stravolto il podio. I bulgari Konstantin Cholakov e Ivaylo Zhekoch si aggiudicano la vittoria finale con in seconda posizione i polacchi Adam e Michal Bomba e terzi, sempre dalla Bulgaria, Doncho Tsanev e Milen Dechev.

Konstantin Cholakov e Ivaylo Zhekoch, vincitori Balkan Cross Country
Konstantin Cholakov e Ivaylo Zhekoch, vincitori Balkan Cross Country
Adam e Michal Bomba, secondi nella cross country
Adam e Michal Bomba, secondi nella cross country
Doncho Tsanev e Milen Dechev, terzi nella Balkan Cross Country
Doncho Tsanev e Milen Dechev, terzi nella Balkan Cross Country

Gli altri vincitori della Balkan Cross Country sono: tra le moto Arunas Gelazninkas, nei quad Aleksander Piorcynski, tra i side by side Yann Van Beek - Emanuel Barraux, nella car limited Jeanfrancoise Ryo - Mariealine Ryo, tra gli smal truck Philippe Musy - Tim Ibbett ed infine tra i big truck hanno vinto Tom Heuer - Marco Richter - Torsten Moeller.

Arunas Gelazninkas
Arunas Gelazninkas
Aleksander Piorcynski
Aleksander Piorcynski

Yann Van Beek - Emanuel Barraux
Yann Van Beek - Emanuel Barraux
Jeanfrancoise Ryo - Mariealine Ryo
Jeanfrancoise Ryo - Mariealine Ryo

Philippe Musy - Tim Ibbett
Philippe Musy - Tim Ibbett
Tom Heuer - Marco Richter - Torsten Moeller
Tom Heuer - Marco Richter - Torsten Moeller

La “Dakar d’Europa”, così i partecipanti amano chiamare la Balkan Offroad, si è dimostrata ancora una volta all’altezza della sua nomea superando addirittura la sua stessa fama. Sia per gli amanti del cross country che dell’extreme è sicuramente da mettere nel calendario 2019 delle cose da fare!

 

Classifica Balkan Cross Country

Classifica Balkan Extreme

 

Per vedere tutte le foto >>>