Camp Jeep San Martino di Castrozza

Le Dolomiti, con la loro maestosa bellezza, hanno fatto da cornice alla sesta edizione del Camp Jeep, l’annuale raduno del Jeep Owners' Group, che ha visto come location San Martino di Castrozza. Durante i tre giorni dell’evento, i Jeepers hanno omaggiato e vissuto lo spirito di libertà, passione e avventura identificativi del brand Jeep.

Foto e testo di Paolo Baraldi

Ogni anno i Jeepers di tutta Europa si riuniscono per celebrare la loro passione per gli iconici 4x4 dalle sette feritoie al Camp Jeep. Il  Jeep Owners' Group ne è l’organizzatore e per l’edizione 2019 ha scelto l’Italia con le sue splendide Dolomiti che dominano San Martino di Castrozza… cuore dell’evento.

Lo spirito Jeep ha preso vita a San Martino di Castrozza

Lo spirito dell’iconico brand Jeep ha preso vita dal 12 al 14 luglio in una  emozionante “tre giorni” dove gli iscritti al Camp Jeep 2019 (oltre 1700 fans provenienti da tutta Europa e 700 veicoli iscritti) hanno potuto divertirsi lungo oltre 40 km di percorsi fuoristrada immersi in un paesaggio mozzafiato e vivere tantissime attività quali spettacoli, barbecue, sport all'aria aperta, attività per i bambini, aperitivi sulla ruota panoramica, musica dal vivo e la parata conclusiva di domenica.

camp jeep san martino di castrozza

Per omaggiare il territorio, colpito nell’ottobre 2018 dalla tempesta Vaia, il Camp Jeep 2019 è stata l'edizione che ha visto come protagonista l’eco-sostenibilità locale. Tutto il legno utilizzato per allestire e costruire gli ostacoli dei percorsi offroad e gli allestimenti proveniva dagli schianti (alberi abbattuti durante i temporali) dei boschi limitrofi dell'area dell’evento.

La Gladiator protagonista insieme ad alcune icone della storia Jeep

Dopo 27 anni, i partecipanti al Camp Jeep hanno potuto vedere da vicino, per la prima volta in Europa, la nuova Gladiator; il pick-up che segna il ritorno di Jeep in questo segmento.

jeep gladiator camp jeep

Sotto i riflettori anche la nuova Jeep Wrangler 1941 designed by Mopar, che celebra la storia del brand ricordando la data della prima Willys.

 

Nell’area Heritage, grazie ai sette modelli storici in esposizione, i fan hanno potuto ripercorrere alcune fasi di una storia lunga e gloriosa.

- Jeep Cherokee Chief "Levis" del 1978, una versione speciale della Cherokee nata dalla collaborazione memorabile con Levi Strauss avvenuta tra il 1975 e il 1978.

- Jeep CJ5 “Renegade I” del 1970, un allestimento speciale dei modelli CJ5 e CJ7 disponibile fino al 1986, che ha visto la primissima comparsa del nome "Renegade" nella storia Jeep

- Jeep CJ7 “Golden Eagle” del 1978, variante esclusiva del CJ7 lanciato nello stesso anno della Renegade originale

- Jeep J300 “Gladiator Thriftside” del 1963 e la Jeep J3000 “Gladiator Thriftside” del 1967, che segnano l'esordio della denominazione Gladiator, entrambe vantano l’applicazione della carrozzeria tradizionale su un telaio da pick-up ispirato alla Jeep Wagoneer station wagon 4x4 e cambio automatico, equipaggiato per la prima volta su un pick-up a trazione integrale

- Jeep Super Wagoneer del 1967, il primo veicolo a trazione integrale con cambio automatico, precursore dei moderni SUV di lusso

- e la Jeep CJ5 “Super Jeep” del 1973, versione speciale del CJ-5 prodotta in edizione limitata e molto ricercata dai collezionisti.

Tutto questo è stato il Camp Jeep che per tre giorni ha fatto vivere ai presenti il loro sogno a Stelle e Strisce perché possedere un veicolo Jeep va oltre l’avere un 4x4 ma rappresenta un vero e proprio stile di vita.

camp jeep san martino di castrozza

Camp Jeep gallery